Buon Lunedì!

Oggi vorrei occuparmi di un topic fondamentale per l’attività di host. Si tratta dell’ home staging.

Che??

Per prima cosa diamo una definizione:

Si tratta della capacità di valorizzare lo spazio di un’immobile. È una tecnica di marketing usata dalle agenzie immobiliari per rendere più appetibile un appartamento e strappare un prezzo migliore.

Se vi è capitato di vendere casa tramite agenzia, probabilmente l’agente incaricato potrebbe avervi consigliato di: dare una mano di vernice, far sparire qualche vecchio mobile, togliere dalla camera da letto il quadro gigante di Gesù intento ad osservarvi con aria di rimprovero…ecc…

Per dirla in poche parole: “la prima impressione è davvero quella che conta”!

Allo stesso modo in cui un agente immobiliare tenta di abbellire una proprietà da alienare, anche un host che mette in vendita (per un breve periodo) il suo appartamento o la sua stanza otterrà un riscontro favorevole (e magari un prezzo più alto) valorizzando la struttura.

Ma come si migliora un appartamento??

Facciamo una premessa: io non sono la persona più adatta a consigliare come abbellire una stanza, un locale (o qualunque genere di cosa)…forse servirebbe la mano di una fanciulla…o ancora meglio di un professionista del settore.

In ogni caso i consigli che mi sento di dare sono:

  1. Utilizzare biancheria nuova e in ottimo stato. Sembra banale ma non è così…i primi tempi, i miei ospiti si sono riscaldati con il piumone della nonna realizzato durante la seconda guerra mondiale (e ancora oggi buono per le emergenze ;)) o le lenzuola dello zio Piero. Ecco: piumoni, asciugamani, lenzuola, ecc..:cercate di fornirli nuovi e in ottimo stato!

  1. Minimalismo ad oltranza! Meno cose ci sono meglio è. Pensate a mantenere l’essenziale. È inutile tenere centocinquanta posate e altrettanti piatti se avete un monolocale per due persone. Stesso discorso per i mobili:  lasciate gli arredi necessari e sbarazzatevi di quelli vecchi e superflui.
  2. Contenete le spese: a volte non serve per forza comprare tutto. potete riciclare un sacco di cose. Senza contare che basta una mano di vernice per dare nuova vita ad un mobile o ad una stanza.
  3. Valorizzate i punti di forza: valutate quali potrebbero essere i punti di forza del vostro alloggio e metteteli in risalto! es: avete un balcone? abbellitelo con fiori e piante o con un bel tavolino per fare colazione o prendere un aperitivo.
  4. Nascondete i punti deboli! Cercate di celare i difetti…una piccola crepa sul muro? stuccatela, altrimenti copritela con un quadro o una stampa della vostra città! I fili elettrici? non lasciateli a vista: inserite delle canaline…insomma, cercate di minimizzare, ridurre o celare i difetti.
  5. Cercate di dare una buona illuminazione: qualche specchio, tende chiare e lampandine a luce fredda (forniscono una migliore illuminazione e un consumo più basso), possono fare la differenza!.
  6. Non lasciate mensole vuote: mettete dei soprammobili, libri, vasi da fiore, in modo da abbellire e riempire gli spazi vuoti!

Ricordatevi che una casa, non deve essere solo vivibile, ma anche accogliente!

Abbiamo terminato questo breve excursus. Con questo articolo abbiamo sfiorato una piccola parte della superficie di un iceberg gigantesco!

L’home staging, è un argomento vastissimo che richiederebbe un blog a tema!

Pertanto, nei prossimi articoli, riprenderò questo topic, puntando la lente d’ingrandimento su quella che, a tutti gli effetti è una vera professione che può fare la differenza, sia per affitti, brevi e tradizionali, sia per la vendita di immobili.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto! ci rileggiamo lunedì! Stay tuned!